Ricerche in corso...

Ricerche effettuate: 87177
Ricerca personalizzata
Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Statistiche
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi30
mod_vvisit_counterIeri182
mod_vvisit_counterQuesta settimana212
mod_vvisit_counterScorsa settimana1519
mod_vvisit_counterQuesto Mese4967
mod_vvisit_counterScorso Mese6091
mod_vvisit_counterTotale432294

Your IP: 54.145.64.172
In totale abbiamo :
  • 671 Messaggi
  • 162 Argomenti
  • 563 Utenti registrati
Utenti in linea :
1 ospite
Benvenuto a cleaning-kiev, iscritto il 18 Luglio 2017
    Newsletter


    Nome:

    Email:

    Siti partner - Siti Amici

    Member of International List of Scale Model Related Web Sites

    Timeline dell'Aeroporto di Sciacca
    Il 30° Stormo a Sciacca (6/6/1940 - 7/9/1941) PDF Stampa E-mail
    Scritto da Salvatore   
    Mercoledì 22 Luglio 2009 00:00
    DiggFacebook

     

    Logo 30° Stormo

    Il 30° Stormo composto dal 87° gruppo con le squadriglie 192ª e193ª e il 90° Gruppo con la 194ª e la 195ª, Inaugurò l'aeroporto nel 6 Giugno del 1940, restò operativo a Sciacca per 15 mesi, il suo teatro bellico era il centro mediterraneo, gli obbiettivi principali erano nel territorio Tunisino e nell'isola Maltese.

     

    Il diario storico di guerra della Stormo inizia il 4 giugno 1940 allorché decolla con i 29 velivoli gli equipaggi di pronto impiega bellica, lasciando nella sede di pace un Nucleo d'Istruzione per raggiungere l'aeroporto di Sciacca, base di mobilitazione assegnatagli. Causa le cattive condizioni atmosferiche la Stormo costretto ad atterrare a Ciampino.

    6 Giugno 1940
    Lo Stormo decolla da Ciampino per raggiunge l'aeroporto di Sciacca. Il Reparto, che lascia la 3ª Divisione Aerea “Centauro” passa alle dipendenze dell'11ª Brigata Aerea “Nibbio” comandata dal Gen. Barba Giuseppe dalla base di Castelvetrano, trova che nessun apprestamento è predisposto nella sede di schieramento quindi i primi giorni vengono impiegati nei lavori per l'approntamento di quanto necessario ad assicurare ogni servizio sia per il materiale di volo che per il personale.

    10 Giugno 1940
    Alle ore 18:00 tutto il personale dell'aeroporto apprese dalla stazione radio la dichiarazione di guerra, fatta dal capo di Governo, Benito Mussolini, dell'Italia al fianco della Germania, contro la Francia e l'Inghilterra.
    Il comandante Col. Serra radunò a rapporto tutti gli Ufficiali per informarli delle direttive emanate dai comandi Superiori, riguardanti il settore di competenza del 30° Stormo.

    12 Giugno 1940
    Si effettua la prima missione di guerra. II Cap. Crosara Sergio, comandante della 193ª Squadriglia, compie una ricognizione a vista fotografica sul territorio tunisino. In volo isolato vengono sorvolate le principali località ed i principali aeroporti della Tunisia. Il velivolo non viene fatto segno ad alcuna reazione contraerea nonostante sorvoli il territorio nemico per oltre 90 minuti.

    13 Giugno 1940
    Lo Stormo compie con brillanti risultati la prima azione di bombardamento. La 193ª la 194ª la 195ª Squadriglia decollano con 5 aerei ciascuna ed incontrano in volo il 36° Stormo insieme al quale si dirigono su Pantelleria per congiungersi ai caccia di scorta. Avvenuto il congiungimento, da qui raggiungano l'obbiettivo assegnato, l'aeroporto di El-Aouina (Tunisi), contro cui sganciano da una quota di 4.000 m 120 bombe da 50 kg e 40 da100 kg colpendo le costruzioni dell'aeroporto ed il campo di volo.

    16 Giugno 1940
    Viene effettuata un'azione di ricognizione offensiva sul territorio tunisino con speciale riferimento agli aeroporti di El-Aouina, la zona di Grombalia di Korba. Il Cap. Scarebellotto incaricato della missione sgancia 12 bombe da 50 kg sui manufatti dell'aeroparto di El-Aouina che rimangono colpiti.

    21 Giugno 1940
    Si effettuano due azioni di bombardamento con due formazioni di 5 velivoli ciascuna. Le due Squadriglie, la 194ª e la 195ª, incaricate della missione, decollano a distanza di un'ora l'una dall'altra per bombardare rispettivamente unita da guerra in navigazione presso il porto di Biserta due incrociatori da 10.000 t. alla fonda nel lago di Biserta di fronte l'idroscalo. Nell'azione vengono sganciate 20 bombe da 250 kg 40 da 100 kg.

    22 Giugno 1940
    Viene eseguita una ricognizione a vista fotografica sulla base navale di Biserta nel pomeriggio 10 velivoli, 5 della 192ª e 5 della 193ª, ripetono l'azione del giorno precedente sganciando 100 bombe da 100 kg sulle navi alla fonda del lago di Biserta.

    30 Giugno 1940
    Velivoli del 90° Gruppo decollano con obbiettivo Malta le sue Squadriglie, la 194ª la 195ª, con 4 velivoli ciascuna, effettuano un'azione di bombardamento suddividendo la prima il proprio carico esplosivo tra le navi nel porto di La Valletta e l'aeroporto di Micabba la seconda avendo come obbiettivo i campi di Maghtab, Ta Venezia Hal Far. Entrambe le Squadriglie completano la loro missione con ricognizione a vista fotografica delle zone sorvolate. Tutti gli obbiettivi vengono colpiti complessivamente vengono sganciate 32 bombe da 100 kg 16 da 50 kg e 144 da 15 kg, vengono sparati 120 colpi calibro 12,7.

    6 Luglio 1940
    Lo Stormo quasi al completo effettua un'azione complessa su vari aeroporti dell'isola di Malta. Tutte le località assegnate vengono colpite ed in particolar modo apparentemente imponenti appaiono gli effetti sul campo di volo ed i manufatti dell'aeroporto di Micabba sul quale si sviluppa un incendio di proporzioni imponenti probabilmente perché colpiti depositi sotterranei di munizioni. Nell'azione vengono lanciate 100 bombe da 100 kg 120 da 50 kg, sparati 120 colpi calibro 12,7 calibro 7,7.

    9 Luglio 1940
    Il Capitano Scarabellotto partì con il suo S.M.79 per una missione di ricognizione diurna scortato da 4 caccia Fiat C.R.42 del 9° Gruppo. Da Malta si alzarono in volo due Hawker Hurricane inglesi della Royal Air Force per intercettare la formazione. Uno scompaginò la scorta, mentre l'altro con ai comandi l 'allora Flight Lieutenant George Burges sparò sull'aereo di Scarabellotto e lo danneggiò al punto di essere convinto di averlo abbattuto, vedendolo perdere quota in fiamme.
    Non fu così. Il capitano Scarabellotto, ferito a morte, prima di dissanguarsi riuscì a mantenere il controllo dell'aereo e a dare istruzioni per consentire al S. Ten. Pll. Donà Dalle Rose Pietro e al M.llo Marconi Giuseppe un atterraggio di emergenza sull'Aeroporto di Comiso, contribuendo a salvare i superstiti membri dell'equipaggio prima di morire. Nello scontro morì anche all'Av. Sc. Del Nero Augusta.
    Al Cap. Scarabellotto ed all'Av. Sc. Del Nero verranno successivamente concesse la Medaglia d'oro al V.M. la Medaglia di Bronzo al V.M.

    Nel tardo pomeriggio dello stesso giorno lo Stormo effettua un'azione di grande importanza attaccando con 10 velivoli una formazione navale inglese in contatto balistico con nostre unità a Ievante di Capo Spartivento. L'attacco viene concentrate sulla portaerei che risulta alquanto distanziata dal grosso della formazione e che viene centrata da una bomba nei quartieri di poppa. Nel bombardamento vengono lanciate 38 bornbe da 250 kg.

    10 Luglio 1940
    Lo Stormo effettua un'azione di bombardamento su unità alla fonda nel porto di La Valletta sull'arsenale della città. I 15 velivoli SM.79 che partecipano alla missione vengono fatti segno ad una nutrita reazione contraerea e ad attacchi da parte di caccia nemici. Nonostante la scorta dei caccia due velivoli, uno della 192ª ed uno della 193ª, vengono abbattuti, 4 caccia nemici precipitano sotto i colpi degli equipaggi dello Stormo. Nonostante il forte contrasto gli obbiettivi assegnati vengono regolarmente centrati. II Forte Manuel viene colpito in pieno nella parte sud-est e vengono anche colpiti i depositi dell'arsenale. Durante la missione vengono lanciate complessivamente 20 bombe da 250 kg 100 da 100 kg, vengono sparati 339 colpi calibro 12,7 333 calibro 7,7.

    Gli equipaggi dei due velivoli abbattuti sono così composti:

    Velivolo della 192ª Squadriglia
    S. Ten. Pil. Illica Magnani Luigi
    Serg. Pil. Beccherucci Dante
    Serg. Magg. Mot. Gori Pietre
    1° Av. Arm. Chessa Giovanni
    1° Av. Marc. Bussaglia Silla

    Velivolo della 193ª Squadriglia
    S. Ten. Pil. Filippi Felice
    Serg. Magg. Pil. Muratori Enzo
    1° Av. Arm. Serafini Antonio
    Av. Sc. Mot. Ottavini Cesare.

    11 Luglio 1940
    Una formazione di 14 velivoli dell'87° gruppo e del 90° Gruppo bombardano una forza navale nemica. Il fuoco viene concentrato sulla portaerei che viene colpita nonostante la nutrita contraerea e la difesa di caccia nemici imbarcati. Nell'azione, in cui vengono lanciate 36 bombe da 250 kg e 50 da 100 kg sparati 840 colpi calibro 12,7 327 calibro 7,7, 4 aerei nemici ed uno della 194ª sono abbattuti. Quattro uomini del nostro equipaggio si lanciano col paracadute prendono mare a circa un miglio a proravia dei cacciatopedinieri nemici.

    L'equipaggio del velivolo è così composto:
    S. Ten. Pil. Floreani Ciro
    Serg. Magg. Pil. Boldi Massimo
    1° Av. Arm. Corbia Raffaele
    1° Av. Mont. Ranzi Timo
    Av. Sc. Mot. Bacchilega Salvo

    17 Luglio 1940
    Una formazione composta da aerei della 192ª e 193ª Squadriglia attaccano una nave mercantile nei pressi dell'isola di Linosa. La nave viene colpita gravemente danneggiata a poppa. Vengono lanciate complessivamente 60 bombe da 100 kg.

    Dal 18 al 25 Luglio 1940
    Si effettuano voli di addestramento di ambientamento sull'aeroporto di Castelvetrano in vista di eventuali azioni notturne, non essendo il campo di Sciacca, per la sua particolare conformazione, indicato per la partenza e l'atterraggio notturni.

    23 Luglio 1940
    Essendo stata ordinata un'azione notturna sulla base di Malta, 6 velivoli si portano, nel tardo pomeriggio, sul campo di Castelvetrano per poi partire in nottata. L'obbiettivo prestabilito, i depositi di nafta di Marsa Scirocco, vengono centrati. Dopo la missione, durante la quale vengono lanciate 60 bombe da 60 kg 12 da 20 kg, i velivoli, sempre di notte, rientrano a Castelvetrano per poi far ritorno, la mattina del 24, alla basse di Sciacca.

    27 Luglio 1940
    Accompagnato dal Gen. Barba Comandante la Brigata, arriva il Ten. Col. Pil. Schiavetta Carlo che il 10 agosto assume poi il comando dello Stormo e in occasione del passaggio di consegne viene concessa sul campo, dal Gen. Barba, la Medaglia d'Argento al V.M. al S. Ten. Pil. Donà Delle Rose Pietro per l'azione del 9 luglio.

    12 Agosto 1940
    Un velivolo della 193ª Squadriglia decolla, al comando del Cap. Crosara, per effettuare una missione di ricognizione a vista fotografica su Malta, La Valletta, Marsa Scirocco sugli aeroporti di Hal Far, Calfrana, Micabba.

    Dal 13 al 23 Agosto 1940
    Si effettuano voli di esercitazione per l'addestramento di nuovi giovani piloti.

    24 Agosto 1940
    Due pattuglie di 3 velivoli ciascuna dell'87° Gruppo decollano per effettuare un'azione di bombardamento sull'aeroporto di Micabba ricognizione a vista fotografica sull'aeroporto di Maghtab e sul porto di La Valletta. Le due pattuglie vengono raggiunte, nel cielo di Comiso, dalla caccia di scorta. Una volta giunte sull'obbiettivo, l'attacco, causa un forte addensamento di nubi, viene concentrato sull'aeroporto di Hal Far, l'unico individuabile. Al momento del tiro la formazione viene attaccata dalla caccia nemica due nostri aerei sono colpiti. Rimangono feriti il Ten. Col. Schiavetta ed il 1" Av. Arm. Monticelli.

    25 Agosto 1940
    Il Ten. Col. Lamanna assume temporaneamente il Comando dello Stormo in sostituzione del Ten. Col. Schiavetta.

    Dal 25 Agosto al 20 Settembre 1940
    lo Stormo si concede una breve pausa per quanto riguarda le azioni belliche, effettuando, pero, nel contempo un'intensa attività addestrativa di esercitazione. Durante questo periodo, precisamente il 30 agosto, lo Stormo riceve la comunicazione, da parte del Ministero dell'Aeronautica, della concessione della Medaglia al V.M. alla memoria del Cap. Pil. Calerio Scarabellotto.

    21 Settembre 1940
    Giunge da Comiso il Col. Pil. Lubelli Arnaldo nuovo comandante lo Stormo.

    22 Settembre 1940
    Si riprendono i voli di guerra. 5 velivoli dell'87° Gruppo decollano per bombardare i manufatti del campo di Micabba. L'obbiettivo viene centrato ed i velivoli, senza danni, eccetto uno colpito alla bussola da una scheggia di antiaereo, tornano alla base.

    28 - 30 Settembre 1940
    Lo Stormo riceve un riconoscimento tangibile dell'attività bellica finora svolta con la comunicazione di concessioni, a personale dello Stormo, delle seguenti ricompense al V.M. sul campo, consegnate poi il 28 ottobre dal Gen. Barba in occasione della cerimonia commemorativa per l'anniversario della Marcia su Roma:

    (Medaglia d'Argento)
    M.llo Pil. Marconi Giuseppe

    (Medaglia di Bronzo)
    Col. Pil. Serra Antonino
    Col. Pil. Lubelli Arnaldo
    Ten. Pil. Guidi Vincenzo
    Serg. Magg. Mot. Ghetti Ivo
    1° Av. R.T. De Rui Italo
    1° Av. Mot. Ventura Vasco

    (Croce di Guerra)
    Ten. Col. Pil. Tabochini Vincenzo
    Serg. Magg. Arm. Gorini Giuseppe
    Serg. Magg. Marc. Maestrello Giovanni
    1° Av. Cecchini Argonne
    1° Av. Dittadi Alfonso
    1° Av. Mangoni Angelo
    1° Av. Marchesi Vittorio
    1° Av. Zanella Tiziano
    1° Av. Mosca Salvatore
    1° Av. Muti Italo

    10 Novembre 1940
    8 velivoli del 90° Gruppo decollano per effettuare il bombardamento della flotta inglese. La formazione viene attaccata dalla caccia nemica che abbatte un nostro velivolo con a bordo il seguente equipaggio:

    Ten. Pil. Brandi Raffaele
    S. Ten. Pil. Giorchino Luciano
    1° Av. Mot. Talanca Ludovico
    1° Av. R.T. Caroppi Ambrogio
    1° Av. Arm. Dittadi Alfonso
    1° Av. Mot. Ghezzi Alessandro

    28 novembre 1940
    Due velivoli, uno della 192ª ed una della 193ª Squadriglia effettuano un bombardamento notturno del porto di La Valletta. Nel pomeriggio della stesso giorno si effettua una seconda azione: bombardamento ricognizione a vista fotografica della flotta inglese dislocata nelle vicinanze di Malta nel porto di La Valletta. Partecipano all'azione velivoli della 192ª 4 della 193ª Squadriglia.
    Durante la missione, oltre alla contraerea violentissima, due caccia nemici attaccano la nostra formazione colpendo gravemente due nostri S. 79 di cui uno, nonostante i gravi danni, dirigendosi rapidamente su Linosa riesce ad effettuare un atterraggio di fortuna, mentre l'altro viene visto precipitare in fiamme ed i componenti l'equipaggio, lanciatisi col paracadute in tre successive riprese, sono da considerarsi dispersi:

    Ten. Pil. Dal Cerro Gaio
    Serg. Pil. Lazzari Giovanni
    1° Av. Mot. Ventura Vasco
    1° Av. Marc. De Rui Italo
    Av. Sc. Arm. Conte Luigi
    Av. Sc. Arm. Venanzi Ovidio

    12 Dicembre 1940
    Lo Stormo passa alle dipendenze della Divisione Centauro comandata dal Gen. Lodi.

    16 Dicembre 1940
    Una sezione al comando del Cap. Mazzei si trasferisce sull'aeroporto di Catania.

    18 Dicembre 1940
    Un velivolo della 193ª ed una della 194ª effettuano un bombardamento notturno su La Valletta. Il velivolo della 193ª non rientra alla base con a bordo:

    S. Ten. Pil. Molteni Giulio
    Serg. Pil. Manzanilli Antonio
    l'Av. Sc. Mot. Moreo Guido
    1° Av. R.T. Formigli Ezio
    1° Av. Arm. Monterastelli Girolamo

    24 Dicembre 1940
    Lo Stormo passa alle dirette dipendenze del Comando Aeronautica della Sicilia.

    Fino alla fine di dicembre nei primi 8 mesi del 1941 i velivoli dello Stormo si avvicendano in missioni di ricognizione offensiva, di bombardamento (in particolar modo sugli obiettivi di Malta costituiti da La Valletta gli aeroporti di Micabba, Ta Venezia, Hal Far) di scorta antiaerosiluranti a convogli nazionali operando intensamente nello scacchiere del Mediterraneo Centrale.

    22 Gennaio 1941
    Una sezione di due aerei della 192ª Squadriglia non rientra da una ricognizione effettuata sul percorso Sciacca – Pantelleria – Capo Bon – Sciacca. Il personale dei due aerei, da ritenere disperso, è il seguente:

    1° Velivolo
    Ten. Pil. Arrighi Luigi
    Serg. Magg. Pil. Franceschini Domenico
    S. Ten. Pil. Oss. Gemma Alfredo
    1° Av. Mot. Raffaelli Elfo
    1° Av. Arm. Mosca Salvatore
    1° Av. Marc. Casadei Arnaldo

    2° Velivolo
    S. Ten. Pil. Lumassa Gaudenzio
    Serg. Pil. Belluzzi Carlo
    Av. Sc. Marc. La Puzza Donato
    Av. Sc. Arm. Cristosalvo Antonio
    Av. Sc. Arm. Falcone Antonio

    6 Febbraio 1941
    Subentra al Comando dello Stormo il Ten. Col. Pil. Fiori Umberto.

    Tra il 26 febbraio ed il 9 marzo giunge alla Stormo la comunicazione, da parte del Comando Aeronautica della Sicilia, che sono state concesse ricompense al valor militare sul campo al seguente personale:

    (Medaglia d'Argento al V.M.)
    Ten. Pil. Cesari Maria
    S. Ten. Pil. Bausano Mareo
    Cap. Pil. Crosara Sergio
    Cap. Pil. Verrascina Emilio
    Ten. Pil. Pozzolini Giorgio
    Ten. Pil. Parisi Vincenzo
    Ten. Pil. Mazzotti Terzo
    Ten. Pil. Boni Enrico
    1° Av. Arm. Monticelli Leone

    (Medaglia di Bronzo al V.M.)
    M.llo Pil. Cumo Emilio
    1° Av. Mot. Muti Italo
    1° Av. Marc. Campanale Ugo
    1° Av. Fot. Raineri Alberto
    Cap. Pil. Gavazzi Mario
    S. Ten. Pil. Crotta Carlo
    Serg. Magg. Marc. Ghisi Aldo
    Ten. Pil. Terracciano Felice

    (Croce di Guerra al V.M.)
    Ten. Pil. Martinelli Olo.

    11 Marzo 1941

    28 Marzo 1941
    Alla presenza di tutto il personale dello Stormo, viene celebrato il 28° annuale della Costituzione dell'Arma Aeronautica. Dopo la commemorazione effettuata dal Comandante dello Stormo, Col. Fiori, si procede alla consegna delle ricompense al V.M. per le campagne d'Africa di Spagna:

    (Meaglia d'Argento al V.M.)
    S. Ten. Pil. Cesari Maria OMS
    S. Ten. Pil. Turehi Franeeseo OMS
    Serg. Pil. Dell'Anna Gregorio AOI
    Serg. Pil. Pesaresi Edoardo OMS
    Av. Se. Mot. Mangoni Angelo OMS

    (Medaglia di Bronzo al V.M.)
    S. Ten. Pil. Cesari Mario OMS
    S. Ten. Pil. Mazzotti Terzo OMS
    S. Ten. Pil. Vecchi Corradino OMS
    Serg. Magg. Pompili Aldo OMS
    Serg. Mot. Masetti Raffaello OMS
    1° Av. Marc. Gilibert Eligio OMS
    1° Av. Arm. Viviani Ottavio OMS
    Av. Sc. Marc. Carpani Antonio OMS
    Av. Sc. Fat. Manni Gino OMS
    Serg. Magg. Mot. Erabbo Lino AOI

    20 Aprile 1941
    Una sezione di 2 velivoli della 194ª Squadriglia effettua una scorta convoglio con partenza notturna sul percorso Sciacca – Kuriate – Kerkenna – Sciacca. Il gregario, causa le pessime condizioni atmosferiche rientra dopo un'ora alla base, mentre il velivolo capo formazione non fa più ritorno. l'equipaggio del velivolo cosi composto:

    Cap. Pil. Valsania Domenico
    Serg. Pil. Sirignano Antonio
    Magg. Pil. Oss. Barbesino Luigi
    1° Av. Mot. Mita Ezio
    1° Av. Marc. Balducci Aldo
    1° Av. Arm. Calvari Attilio

    11 maggio 1941
    Giunge la comunicazione che, con Regio Decreto datato 9 gennaio 1941, è stata concessa la Medaglia d'Argenta alla Bandiera del 30° Stormo per il periodo bellico dall'11 giugno al 30 settembre 1940.

    II 9 e l'11 giugno due velivoli non rientrano da missioni di ricognizione. Gli equipaggi sono cosi composti:

    1° velivolo:
    S. Ten. Pil. Weber Marcello
    M.llo Pil. Fabbri Luciano
    Av. Se. Mot. Palmieri Antonio
    Av. Sc. Mont. Micheli Umberto
    Av. Sc. R.T. Mascellaro Nicola
    Av. Sc. Arm. Mariani Lamberto

    2° velivolo:
    Ten. Pil. Pozzolini Giorgio
    Serg. Magg. Pil. Marinelli Marino
    1° Av. Arm. Massotti Mario
    1° Av. Mot. Zanella Tiziano
    1° Av. Marc. Di Giacomo Michele
    1° Av. Fot. Tozzi Giuseppe

    19 Agosto 1941
    Giunge la notizia che stata concessa la Medaglia d'Argento al V.M. al Cap. Pil. Fanzini Alfredo
    la Medaglia di Bronzo al V.M. al Serg. Pot. Bazzoni Renzo.

    Nel mese di settembre si Chiude il primo ciclo operativo del 30° Stormo, durante il quale ha effettuato 657 azioni di guerra per complessive 4251 ore di volo bellico ed oltre 3000 ore di volo di addestramento, ed infatti il 7 Settembre tutto lo Stormo, preceduto il 27 Agosto dall'87° Gruppo, si trasferisce sulla sede di pace dell'aeroporto di Forli.

    Fonti:

     "30 Stormo A/S - Note Storiche dal 1931 al 1974" di: Maurizio Circi
      Group Captain George Burges. Data pubblicazione 04-06-2002. URL consultato il 11-07-2009

    Ringraziamenti:

    Riccardo Nicola - Famiglia Sacco - Famiglia Riggio

    Ultimo aggiornamento Domenica 24 Luglio 2011 15:56
     Siti web