Ricerche in corso...

Ricerche effettuate: 82890
Ricerca personalizzata
Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Statistiche
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi163
mod_vvisit_counterIeri336
mod_vvisit_counterQuesta settimana709
mod_vvisit_counterScorsa settimana1421
mod_vvisit_counterQuesto Mese6051
mod_vvisit_counterScorso Mese6185
mod_vvisit_counterTotale408627

Your IP: 54.197.159.173
In totale abbiamo :
  • 661 Messaggi
  • 158 Argomenti
  • 528 Utenti registrati
Utenti in linea :
1 utente registrato
Benvenuto a antonioitalia, iscritto il 25 Marzo 2017
Newsletter


Nome:

Email:

Siti partner - Siti Amici

Member of International List of Scale Model Related Web Sites

Timeline dell'Aeroporto di Sciacca
Scale Modellistiche PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore   
Mercoledì 28 Ottobre 2009 00:00
DiggFacebook

La Scala serve a comprendere di quante volte l'oggetto modellistico è più piccolo rispetto a quello reale. La si indica con una frazione, ad esempio 1/72 vuole dire che l'oggetto è 72 volte più piccolo del reale. Non in tutti i settori del modellismo si usa la scala indicata in frazione. In ferromodellismo si è data una sigla ad ogni scala, le scale più comuni sono la "H0" e la "N". Nei figurini si indica spesso l'altezza media in millimetri. Ogni settore modellistico, che sia statico o dinamico ha le sue scale, salvo alcune piccole eccezioni.

Nella tabella ho cercato di raggruppare insieme le scale di uso più comune, questo faciliterà il modellista che vuole realizzare qualcosa utilizzando parti di settori differenti.


Legenda:

Scala
   
E' indicata in frazione.
Ferromodellismo
   
Nome
       
Dove esiste la corrispondenza è riportata la sigla che contraddistingue la scala.
   
Scartamento
        E' la distanza in mm delle due rotaie che compongono il binario. Ad esempio una ferrovia in un diorema con rapporto 1/87 che userà la scala H0m, potra usare i binari della TT.
Figurini
   
E' riportata la dizione in millimetri dei figurini.
Uomo
    E' riportata in mm l'altezza di una persona media alta 1,74 m.

 

Scala
Ferromodellismo
Nome
Scartamento
normale m e i
Figurini Uomo
1/5.5
VI 260 184 127 89
  316
1/8
V 184 127 89 64
  217
1/9
         
  193
1/11
IV 127 89 64 45
  158
1/12
         
  145
1/13.5
         
120 mm 120
1/16
III 89 64 45 32
  109
1/18
         
90 mm 90
1/22.5
II 64 45 32 22.5
  77
1/22.5
G (1) 45 - - -
  77
1/24
         
  72.5
1/25
         
  70
1/32
I 45 32 22,5 16.5
54 mm 54
1/35
         
  50
1/43
0 32 22.5 16.5 12
  40.5
1/48
0 (2)        
  36
1/50
         
  35
1/64
S 22.5 16.5 12 9
  27
1/72 (3)
         
  24
1/76
00 (4) 16.5 - - -
  23
1/87
H0 16.5 12 9 6.5
  20
1/120
TT 12 9 6.5 4.5
  15
1/144
         
  12
1/160
N 9 6.5 4.5 -
  11
1/220
Z 6.5 4.5 - -
  8
1/300
ZZ 4.5 - - -
  6
1/450
T (5) 3 - - -
  4


Note:

  1. La Scala "G" Conosciuta anche come LGB o IIm è la ferrovia da giardino. Questa scala è molto particolare, non è proprio una scala come la intendiamo noi, come rapporto tra il reale e il ridimensionamento, ma la ditta LGB ha voluto raggruppare gli scartamenti 45. Come rapporto abbiamo 1/22.5 uguale alla scala II - Come scartamento abbiamo 45 come la scala I.
  2. Essendo le scale 1/43 1/48 con rapporti molto simili i ferromodellisti tendono ad unificarle sotto la scala 0
  3. I Dioramisti in 1/72, solitamente "Aeroplanari o carramatari ;-)" usano anche parti del ferromodellismo in scala 00 (1/76) visto il loro rapporto in scala simile.
  4. La scala 00 ha un rapporto di riduzione 1/76 ma utilizza uno scartamento normale di 16,5 mm, ovvero quello della scala H0. È utilizzata specialmente in Gran Bretagna, dove viene definito anche rapporto "millimetri/piedi".I puristi della scala 1/76, comunque, non usano lo scartamento commerciale, ma sostituiscono le rotaie con scartamento 16,5 millimetri, con quelli da 18,88 millimetri, perlopiù riprodotti artigianalmente.
  5. La Scala "T" è prodotta dalla ditta giapponese Eishindo ed è stata presentata per la prima volta alla fiera del giocattolo di Tokyo del 2006.


Fonti:
Sono appunti prodotti nei vari anni di modellismo, girando molti siti e consultando diverse riviste del settore, di conseguenza non riesco a stilare un elenco delle fonti.

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Novembre 2009 02:04
 Siti web