Ricerche in corso...

Ricerche effettuate: 89569
Ricerca personalizzata
Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Statistiche
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi7
mod_vvisit_counterIeri124
mod_vvisit_counterQuesta settimana644
mod_vvisit_counterScorsa settimana1485
mod_vvisit_counterQuesto Mese4019
mod_vvisit_counterScorso Mese6333
mod_vvisit_counterTotale444276

Your IP: 54.80.26.116
In totale abbiamo :
  • 671 Messaggi
  • 162 Argomenti
  • 572 Utenti registrati
Utenti in linea :
1 ospite
Benvenuto a Grazhdanstvo2017, iscritto il 18 Settembre 2017
    Newsletter


    Nome:

    Email:

    Siti partner - Siti Amici

    Member of International List of Scale Model Related Web Sites

    Timeline dell'Aeroporto di Sciacca
    POZZOLINI Giorgio PDF Stampa E-mail
    Scritto da Salvatore   
    Giovedì 23 Settembre 2010 15:54
    DiggFacebook
    POZZOLINI Giorgio

    POZZOLINI Giorgio

     

    Nato: 25 Febbraio 1917 a Firenze
    Deceduto: 11 Giugno 1941 nei cieli del Mediterraneo
    Grado: Tenente Pil.
    Onorificenze: Medaglia d'Argento al V.M.Medaglia d'Argento al V.M.Croce al Merito

     

     

    Periodo Operativo
    1939 - 1941

     

    Reparto Arrivo
    Regia Accademia Aeronautica Corso: "REX A" 21 Ottobre 1936
    30° Stormo B.T. - 194ª Sq. 21 Novembre 1939

     

    Grado Date
    Allievo Ufficiale 1 Ottobre 1938
    Sott. Tenente 11 Agosto 1939
    Tenente 8 Aprile 1940
     
    Aerei Pilotati
    Ba. 25 - Ro. 41 - S.M 81 - S.M. 79

     

    Introduzione:

     
    Questo articolo, la ricerca che lo ha reso possibile e le amicizie nate nel frattempo sono da considerarsi un'unica cosa, il ritrovarsi tra persone che comprendono e condividono certe emozioni non ha eguali per chi come noi, parenti, storici ed appassionati, non può dimenticare, o meglio, non può accettare che il ricordo svanisca.

    Non ho mai conosciuto mio prozio Giorgio, ma ho avuto la fortuna di aver l’affetto e l’amore di mia nonna Alina Fedi Pozzolini, sorella di Giorgio, alla quale vorrei dedicare questa ricerca.

    Abbiamo deciso di non riportare le lettere che il papà di Giorgio ha inviato tramite vari enti alla Croce Rossa Italiana ed Internazionale nella speranza di aver notizie dell’amato figlio, questo anche per un consapevole rispetto verso il dolore che ogni genitore ha dovuto provare per una perdita grande come quella di un figlio.

    Nei ringraziamenti a fondo pagina non figurerà, ma devo e voglio ringraziare Salvatore Cialdini, la sua amicizia ed il suo impegno nelle ricerche sono stati fondamentali.

    Massimiliano Casanova

     

     

     Cronistoria:

     

    1935-1936
    Consegue la Maturità Classica presso il Liceo Ginnasio Dante di Firenze

    21 Ottobre 1936
    Arruolato volontario in qualità di Aviere Allievo della Regia Accademia Aeronautica, Prima Classe, corso “REX A” per l'anno accademico 1936/37.

    1 Ottobre 1938
    Aspirante Ufficiale

    9 Aprile 1938
    Nominato Pilota d'Aeroplano brevettato su aeroplano Ba.25

     

    26 Settembre 1938 - Capua

     

    18 Aprile 1939
    Nominato pilota militare su Ro.41

    1 Agosto 1939
    Abilitazione su Sm.81

    8 Agosto 1939
    Abilitazione su Sm.79

    11 Agosto 1939
    Promosso a S.Tenente

    21 Novembre 1939
    Presta giuramento a Forlì con il 30° Stormo B.T.

    10 Dicembre 1939 Forlì
    Processione in onore della Madonna di Loreto Patrona della Regia Aeronautica - POZZOLINI Giorgio porta bandiera della parata.

     

    10 Dicembre 1939 - Maddonna di Loreto Patrona della R.A.

     

    8 Aprile 1940
    Promosso a Tenente

    4 Giugno 1940
    La 194ª Squaglia decolla per raggiungere l'Aeroporto di Sciacca sede di guerra del 30° Stormo
    Ten. POZZOLINI Giorgio pilota l'apparecchio N° 7 M.M. 21298 con il seguente equipaggio:
    Serg. Magg. Pil. PRAMPOLINI Renzo
    Av. Sc. Mot. VENTURA Vasco
    1° Av. Mont. REGNI Publio
    Av. All. Arm. VENANZI Ovidio

    16 Giugno 1940
    Viene effettuata una ricognizione offensiva sul territorio tunisino con special riferimento all’aeroporto di El-Aouina (Tunisi), la zona di Grombalia e di Korbe.
    Il Capitano SCARABELLOTTO, incaricato della missione, sgancia 12 bombe da 50kg sui manufatti dell’aeroporto di El-Aouina che rimangono colpiti.
    Durante la ricognizione su Grombalia si incontra un caccia nemico contro il quale vengono sparati 75 colpi di mitraglia, il caccia avversario desiste dal combattimento.

    Il velivolo S.M.79 utilizzato è il 194-4 M.M. 21305 l’equipaggio è così composto:
    Cap. Pil. SCARABELLOTTO Valerio
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Pil. BOLDI Massimo
    Serg. Magg. Mot. GHETTI Ivo
    1° Av. Mar. DE RUI Italo
    Av. Sc. Arm. DEL NERO Augusto

    21 Giugno 1940
    Azione di bombardamento compiuto da due formazioni a cuneo di 5 apparecchi ciascuna, della 194ª e 195ª Squadriglia che decollano a distanza di un ora l’una dall’altra.
    La missione consiste nel bombardare unita’ da Guerra in navigazione presso il porto di Biserta e 2 incrociatori da 10.000 ton. alla fonda nel lago di Biserta di fronte l’idroscalo.
    Ai velivoli N°1 – 2 – 3 – 4 – 6  della 194ª Sq. viene affidato il bombardamento dei due incrociatori.
    Nell’azione vengono sganciate dalla sola 194ª Sq. 50 bombe da 100kg (10 per velivolo), con risultati efficaci.
    Durante la navigazione, il N°4 preso da violenti vortici viene bruscamente capovolto ed inizia ad avvitarsi perdendo quota, dopo una caduta di oltre 2500 metri l’aereo viene riportato in assetto normale di volo.

    L’equipaggio del velivolo 194-1 M.M. 22211 era così composto:
    Ten. Col. Pil. LAMANNA Gennaro
    Ten. Col. Pil. PIOMBINO Giuseppe
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Mar.llo Arm. GHIRLANDA Oreste
    Serg. Magg. Mot. MONDINI Eleuterio
    Serg. Magg. R.T. MAESTRELLO Giovanni

    30 Giugno 1940
    Azione di bombardamento su Malta compiuta da 2 formazioni a cuneo di 4 velivoli ciascuna, della 194ª e 195ª Squadriglia.
    Viene attaccato l’arsenale de La Valletta, effettuata una ricognizione sull’aeroporto di Marta ed ulteriore bombardamento sull’aeroporto di Micabba del quale viene centrato il campo di volo.
    Intensa reazione antiaerea, viene avvistato un caccia che non raggiunge la formazione
    Gli apparecchi della 194ª Sq. coinvolti sono i N°1 – 2 – 3 – 7.
    Tutti gli obbiettivi vengono colpiti e complessivamente le due Squadriglie sganciano 32 bombe da 100 kg, 16 da 50 kg e 144 da 15 kg, vengono anche sparati 120 colpi calibro 12,7.

    L’equipaggio del N° 1 è così composto:
    Col. Pil. SERRA Antonino
    Ten. Col. Pil. LAMANNA Gennaro
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Mot. MONDINI Eleuterio
    Serg. Magg. Marc. MAESTRELLO Giovanni
    Serg. Magg. Arm. BARDEGGIA Ferdinando

    6 Luglio 1940
    Lo Stormo quasi al completo effettua un azione di bombardamento su diversi obbiettivi dell’isola di Malta, scortato da caccia.
    Tutte le località assegnate vengono colpite, in particolar modo le infrastrutture dell’aeroporto di Micabba. La 194ª Sq. ha il compito di colpire l’idroscalo di Kalafrana, ma i risultati sono scarsi.
    Vengono complessivamente sganciate 100 bombe da 100 kg e 120 da 50 kg, sparati 120 colpi calibro 12.7 e 85 calibro 7.7.

    L’equipaggio del N°1 M.M. 22211 è così composto:
    Col. Pil. SERRA Antonino
    Ten. Col. Pil. LAMANNA Gennaro
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Mar.llo Arm. GHIRLANDA Oreste
    Serg. Magg. Mot. MONDINI Eleuterio
    Serg. Magg. Marc. MAESTRELLO Giovanni

    9 Luglio 1940
    Nel tardo pomeriggio lo Stormo effettua un azione di grande importanza attaccando con 10 velivoli una formazione navale inglese in contatto balistico con nostre unità nello Ionio.
    La flotta inglese localizzata a largo di Punta Stilo, mentre ingaggia battaglia con la nostra flotta,
    l’attacco viene concentrato sulla portaerei che appare distanziata dal grosso della formazione e che viene centrata da una bomba nei quartieri di poppa.
    Reazione antiaerea intensa e precisa, l’aereo N°1 M.M. 22211 rientra con due bombe incastrate negli sportelloni.

    L’equipaggio del velivolo N°1 è così composto:
    Ten. Col. Pil. LAMANNA Gennaro
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Pil. BOLDI Massimo
    Ten. Vasc. Oss. ROSICA Gino
    Mar.llo Arm. GHIRLANDA Oreste
    Serg. Magg. Mot. MONDINI Eleuterio
    Serg. Magg. Marc. MAESTRELLO Giovanni

    10 Luglio 1940
    Ordine di bombardamento su unità navali ed opere fortificate nel golfo de La Valletta.
    Partono tre formazioni da 5 velivoli l’una, la 194ª Sq. partecipa con tre aerei (N°3 – 2 – 7 ) avendo come gregari esterni due velivoli della 195ª.
    Essendo partiti con quasi un ora di ritardo i bombardieri perdono l’incontro con i 21 caccia CR42 del 9° Gruppo che a corto di carburante devono rientrare alla base.
    Gli S.M.79 incontrano un intensa reazione antiaerea, i caccia nemici (Hurricanes), attaccano la formazione ed il Flg. Off. Taylor abbatte il secondo gregario di destra pilotato dal S.Ten.Pil. Felice FILIPPI.

    L’equipaggio era così composto:
    S.Ten. Pil. FILIPPI Felice
    Serg. Magg. Pil. MURATORI Enzo
    1° Av. Arm. SERAFINI Antonio
    Av. Sc. Mot. OTTAVINI Cesare

    Quella mattina anche un velivolo della 192ª Sq. incontrerà la stessa sorte, abbattuto dal caccia pilotato dal Flg. Off. “Timber” Woods.

    L’equipaggio era così composto:
    S.Ten. Pil. ILLICA MAGNAMI Luigi
    Serg. Pil. BECCHERUCCI Dante
    Serg. Magg. Mot. GORI Pietro
    1° Av. Arm. CHESSA Giovanni
    1° Av. Marc. BUSSAGLIA Silla

    Secondo fonti italiane un caccia nemico viene abbattuto ed un secondo viene considerato probabile, ma secondo le fonti britanniche nessun aereo venne perso.
    Il forte Manuel viene centrato in pieno, mentre il Flg. Off. Peter Hartley attacca il velivolo N°7 che viene colpito da 74 pallottole di mitraglia e 10 schegge di antiaerea ma riesce a rientrare a Comiso. L’apparecchio verrà poi dichiarato fuori uso.

    Anche il Comandante dello Stormo con il velivolo N°3 atterra a Comiso per poi rientrare a Sciacca successivamente.
    L’equipaggio del velivolo N°3 M.M. 22069 era così composto:
    Col. Pil. SERRA Antonino
    Ten. Pil. BONI Enrico
    Ten. Vasc. Oss. ROSICA Gino
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    1° Av. Marc. CARPANI Antonio
    1° Av. Arm. FUSCO Antonio

    11 Luglio 1940
    Operazione di bombardamento flotta nemica.
    Nelle prime ore del giorno un Cant Z.501 della 186ª Sq. intercetta una flotta nemica, partono 3 formazioni di 5 velivoli ciascuna, del 87° e 90° Gruppo al comando del Ten. Col. LAMANNA.

    La 194ª partecipa con i velivoli N°1 – 2 – 3 – 6 – 8.
    Le altre due formazioni del 30° Stormo sono composte da apparecchi della 193ª e 195ª Squadriglia.
    Arrivati in mare aperto, la formazione avvistò due navi da battaglia ed una portaerei, scortati da numerosi cacciatorpediniere.
    Prima che i bombardieri arrivassero sull’obbiettivo, i caccia nemici si erano già alzati in volo.
    Intensa e precisa reazione antiaerea, si sostiene combattimento contro caccia ed un velivolo nemico viene abbattuto.

     

    194ª Sq. In Formazione

     

    Tra i difensori, il pilota Keighley-Peach ed il Lt.L.K.Keith che a bordo di un Sea Gladiators dopo una ventina di minuti di pattugliamento intercettano una formazione di 5 bombardieri italiani; a questo punto Keighley-Peach si dirige ed attacca il gregario esterno di sinistra della formazione, il velivolo N°8 pilotato dal S.Ten. FLOREANI Ciro della 194ª, che dopo esser stato colpito perde quota ed emette fumo nero dall’ala sinistra prima di precipitare in mare, tre membri dell’equipaggio sono stati visti lanciarsi con paracadute in prossimità di imbarcazioni nemiche, ma sono dati per dispersi.

    L’equipaggio è così composto:
    S.Ten. Pil. FLOREANI Ciro
    Serg. Magg. Pil. BOLDI Massimo
    1° Av. Arm. CORBIA Raffaele
    1° Av. Mont. RANZI Timo
    Av. Sc. Mot. BACCHILEGA Salvo

    il Pilota Keith scelse invece il gregario a destra, ma non risulta nessun abbattimento.
    Il velivolo N°3 ritorna alla base con 16 colpi di mitraglia sui timoni e sull’ala destra e segnato da una scheggia di antiaerea al motore centrale.
    L’equipaggio del N°1 è così composto:
    Ten. Col. Pil. LAMANNA Gennaro
    Ten. Pil. BONI Enrico
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Ten. Vasc. Oss. ROSICA Gino
    Serg. Magg. Marc. MAESTRELLO Giovanni
    Serg. Magg. Mot. MONDINI Eleuterio
    1° Av. Arm. TOLDO Vittorio

    28 Ottobre 1940
    Celebrazione Anniversario "MARCIA SU ROMA" con Gare Sportive fra i reparti dipendenti - Partite di Calcio - Gare di Palla a volo.
    Commemorazione ed illustrazione con discorso della Marcia su Roma - dal Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio.

    10 Novembre 1940
    Ordine di attacco flotta nemica sul Canale di Sicilia.
    Partono 6 (N°1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 7) velivoli della 194ª Squadriglia, uno dei quali è aggregato alla pattuglia della 195ª.
    La flotta viene avvistata a 50 miglia sud-ovest di Malta ed il puntamento è reso difficile dalle condizioni atmosferiche.
    Tre Hurricanes levatisi in volo dalla portaerei attaccano abbattendo un velivolo della 195ª Sq.

    L’equipaggio è così composto:
    Ten. Pil. BRANDI Raffaele
    S.Ten. Pil. GIORCHINO Luciano
    1° Av. Mot. TALANCA Ludovico
    1° Av. R.T. CAROPPI Ambrogio
    1° Av. Arm. DITTADI Alfonso
    1° Av. Mot. GHEZZI Alessandro

    L’esito del bombardamento non è chiaro causa le fitte nubi, ma dallo sviluppo delle fotografie effettuate, una nave da guerra inglese risulta colpita.
    Dalla squadriglia vengono lanciate 18 bombe da 250 kg e vengono sparati 1065 colpi di mitragliatrice.

    11 Novembre 1940
    Commemorazione Genetliaco di S.M. RE D'ITALIA E D'ALBANIA, IMPERATORE D'ETIOPIA - Discorso Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio. 

     

    Cerimonia 10 Nov 1940

     

    Da qui alla fine del 1940 il Ten. Pil. Giorgio POZZOLINI effettuerà voli di ricognizione sul Mediterraneo centrale a bordo degli apparecchi N° 1 – 2 – 5.

    19 Gennaio 1941
    Un velivolo della 194ª Squadriglia effettua un volo di ricognizione sull’isola di Malta .
    Senza caccia di scorta il bombardiere incontra una intensa reazione antiaerea e viene colpito da schegge, ma nonostante questo vengono effettuate numerose e riuscite fotografie.

    L’equipaggio è così composto:
    Cap. Pil. VALSANIA Domenico
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Av. Sc. Mot. VIOLO Giovanni
    1° Av. R.T. FRABETTI Pasquino
    1° Av. Arm. CALVARI Attilio
    1° Av. Fot. ZAMBARBIERI Giuseppe

    Tra una ricognizione e l’altra la squadriglia effettua anche servizio di scorta a convogli nazionali.

    28 Gennaio 1941
    Due velivoli della 194ª Squadriglia scortano un convoglio, la missione viene svolta regolarmente.
    L’equipaggio del gragario è così composto:
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Pil. SIRIGNANO Antonio
    1° Av. Mot. ZANELLA Tiziano
    I Av. R.T. BALDUCCI Aldo
    I Av. Arm. DE BERARDINI Enrico
    Av. All. Fot. BOSCHIGLIO Cirino

    Nel mese di Febbraio vengono svolte diverse ricognizioni, prevalentemente in mare alla ricerca di navi nemiche.

    Tra il 26 Febbraio ed il 9 Marzo 1941
    giunge allo Stormo la comunicazione, dal Comando Aeronautica della Sicilia, che sono state concesse ricompense al Valor Militare sul campo.
    Tra i decorati della Medaglia d'Argento al Valore Militare c'è anche il Ten. Pil. Giorgio POZZOLINI.

    Medaglia d'Argento al V.M.
    “Partecipava a numerose e particolarmente rischiose azioni di bombardamento su importanti obbiettivi terrestri e navali nemici, contribuendo con l’esattezza del tiro da lui diretto, al raggiungimento di ottimi risultati, dimostrando, in ogni circostanza assoluto sprezzo del pericolo”
    Cielo del Mediterraneo Centrale, 16 Giugno – 15 Agosto 1940 (B.U. 1941, disp.8)

    25 Febbraio 1941
    Tre apparecchi ricevono l’ordine di bombardare Micabba ma le cattive condizioni atmosferiche non rendono possibile la missione.

    28 Febbraio 1941
    Viene effettuata una ricognizione fotografica planimetrica su Sciacca.

     

    Foto di Gruppo

     

    Marzo 1941
    In questo mese il Ten. Pil. POZZOLINI è impegnato in voli di ricognizione sul Cielo del Mediterraneo e su Pantelleria con relativi rilevamenti fotografici.

    1 Aprile 1941
    L’aereo N°7 pilotato dal Ten. Pil. POZZOLINI effettua riprese cinematografiche su Palermo, mentre nei giorni 3, 4, 10, 13, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 e 24 dello stesso mese effettua voli di ricognizione e scorta senza che si verifichino scontri con il nemico.

    20 Aprile 1941
    Nella notte partono per effettuare una ricognizione in cerca di navi nemiche due apparecchi della 194ª Squadriglia.
    Il velivolo gregario, comandato dal Ten. Pil. POZZOLINI rientra alla base dopo 50 min. di volo per avverse condizioni atmosferiche, mentre il capo formazione non fa più ritorno.

    L’equipaggio è così composto:
    Cap. Pil. VALSANIA Domenico
    Serg. Pil. SIRIGNANO Antonio
    Magg. BARBESINO Luigi
    1° Av. Mot. MITA Ezio
    1° Av. R.T. BALDUCCI Aldo
    1° Av. Arm. CALVARI Attilio

    9 Maggio 1941
    Due apparecchi della 194ª Squadriglia decollano da Sciacca per effettuare una ricognizione e ricerca di flotta navale nemica.
    Navi inglesi vengono avvistate a 24 miglia Nord-Ovest di Linosa, la reazione antiaerea è intensa e precisa, ma i nostri velivoli rientrano incolumi alla base.

    L’equipaggio capo formazione è così composto:
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Pil. GIORGI Fosco
    S.Ten. MARCOALDI Aldo
    1° Av. Mot. ZANELLA Tiziano
    M.llo R.T. MAESTRELLO Giovanni
    1° Av. Arm. MASSOTTI Mario

    Fine Maggio ed inizio Giugno del 1941
    Si effettuano voli di ricognizione e scorta a convogli nazionali.

    8 Giugno 1941
    Decolla un S.M.79 della 194ª Squadriglia per effettuare una ricognizione fotografica su Malta.
    Le avverse condizioni atmosferiche non rendono possibile la missione.

    L’equipaggio è così composto:
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Pil. MARINELLI Marino
    Av. Sc. Mot. VIOLO Giovanni
    1° Av. R.T. DI GIACOMO Michele
    1° Av. Arm. MASSOTTI Mario
    1° Av. Fot. TOZZI Giuseppe

    In questi giorni si intensificano le ricognizioni sull’isola di malta ed il giorno 9 Giugno non rientra alla base il velivolo pilotato dal S.Ten. Pil. WEBER, attaccato da caccia inglesi, solo un componente l’equipaggio sopravviverà.

    11 Giugno 1941
    Alle 7:30 decolla un S.M.79 della 194ª Squadriglia con lo scopo di effettuare una ricognizione fotografica sull’isola di Malta. Il velivolo, scortato da 17 caccia Macchi 200 del 7° Gruppo viene localizzato alle ore 9:00 da 7 caccia Hurricane del 46 Sqn. a 15 miglia da La Valletta ad un altitudine di 8000 piedi.
    Il sergente WALKER fu il primo ad avvistare il ricognitore quando era a 2000 piedi al di sopra del suo caccia, attaccandolo.
    La testimonianza del Sgt.WALKER: “Io fui il primo ad attaccare, ho aperto il fuoco a 250 yards con una raffica di tre secondi e dalle 100 alle 50 yards facendo fuoco ininterrottamente.
    Ho notato pezzi staccarsi dall’ala di tribordo e fumo bianco uscire dal motore di sinistra, poi ho rotto l’ingaggio ed ho visto 5 caccia arrivare frontalmente ma questi non attaccarono”
    A quel punto entrano in scena altri tre caccia nemici, pilotati dallo Sqn. Leader RABAGLIATI, il Flg. Off. McGREGOR e il Plt. Off. GRANT.
    Questi apparecchi attaccarono il Savoia Marchetti 79 mettendo in fiamme l’ala sinistra, di lì a poco il velivolo comandato dal Tenente POZZOLINI viene visto avvitarsi in fiamme e precipitare in mare.
    Quattro membri dell’equipaggio furono visti saltare dal ricognitore.

    L’equipaggio era così composto:
    Ten. Pil. POZZOLINI Giorgio
    Serg. Magg. Pil. MARINELLI Marino
    1° Av. Arm. MASSOTTI Mario
    1° Av. Mot. ZANELLA Tiziano
    1° Av. Marc. DI GIACOMO Michele
    1° Av. Fot. TOZZI Giuseppe

    Nel combattimento un caccia inglese risulta abbattuto, il pilota BURNETT non verrà mai recuperato, l’abbattimento fu condiviso dai caccia del Ten. CIBIN e del Serg. FACCHINI.
    Un battello di soccorso di nome “Jade” partito da Malta per recuperare il pilota inglese si scontra con due imbarcazioni veloci della R.M., vengono sparati vari colpi, un marinaio inglese muore, un imbarcazione italiana viene colpita e tutti rientrano alle rispettive basi.
    Successivamente la lancia veloce HSL107 esce dalla base di Kalafrana alla ricerca di BURNETT, ma recupera un sergente italiano mortalmente ferito.
    Se l’identificazione del grado è corretta si tratta del Sergente Maggiore MARINELLI Marino, dal diario dell’equipaggio di soccorso il nome del pilota recuperato non risulta identificato.
    Informazioni recentemente acquisite attestano il recupero di altri due appartenenti all’equipaggio del velivolo italiano, entrambi mortalmente feriti, precisamente il 1° Av. Arm. MASSOTTI Mario ed il 1° Av. Fot. TOZZI Giuseppe.

    Dopo aver ricevuto notizia dell’accaduto, alle ore 13:45 decolla da Sciacca un velivolo della 194^ in cerca del ricognitore precedentemente abbattuto.

    L’equipaggio è composto da:
    Ten. Col. Pil. CANNARSA Eugenio
    Ten. Pil. MAZZOTTI Terzo
    S.Ten. SORRENTINO Pasquale
    1° Av. Mot. NONNI Nello
    1° Av. R.T. FRABETTI Pasquino
    Av. Sc. Arm. VACCARINO Gerlando

    L’aereo torna a Sciacca alle 16:45 senza risultati.

    15 agosto 1942
    Viene concessa al Ten. Giorgio POZZOLINI la seconda Medaglia d'Argento V. M.

    Medaglia d'Argento al V.M.
    “Abile e valoroso capo equipaggio di velivolo da bombardamento, già brillantemente affermatosi in numerosissimi cimenti bellici, si offriva volontario per una rischiosa ricognizione su importante base nemica, attaccato da caccia, persisteva, sotto l’imperversare della reazione, nei compiti affidatigli, finchè sopraffatto nell’impari lotta non rientrava alla base”
    Cielo del Mediterraneo, Novembre 1940 – Giugno 1942 (B.U. 15 Agosto 1942, disp. 33)

    Tengo a riportare un ricordo del Ten. POZZOLINI raccontato dal Ten. MAZZOTTI al Sig. VIRGILIO Nicola autore del libro: “L’Aeroporto Fantasma Diario e Memorie di Guerra – Sciacca 1940-1943”:

    “Anni addietro ho avuto il piacere di ascoltare di persona i racconti “di vita guerriera” del Tenente MAZZOTTI, Ufficiale della 194ª Squadriglia. Mi raccontò tra le altre cose, del Tenente Pilota POZZOLINI, anch’egli della 194ª, giovane e intelligente Ufficiale, sempre in vena di scherzi. Durante gli spostamenti dall’aeroporto all’albergo Fazello, il POZZOLINI, recitava meglio di un prete il De Profundis per il capitano DA SACCO, un anziano Ufficiale richiamato in servizio, il quale, essendo molto superstizioso, faceva sempre tutti gli scongiuri possibili. Purtroppo il destino non gli fu favorevole: precipitò in seguito su Malta durante una ricognizione fotografica”

    Il Tenente MAZZOTTI, ricordando episodi lieti e tristi della guerra, mi disse: “A quei tempi la nostra vita era un alternanza tra l’allegria e la tragedia”

    23 febbraio 1953
    Fu conferita a Giogio POZZOLINI la Croce al Merito
    Croce al Merito

     

    Fonti:

     "30° Stormo A/S - Note storiche dal 1931 al 1974" di: Maurizio Circi
      "Air War Malta" di: J.Sutherland e D.Canwell
    "Call Out: a wartime diary of air/sea rescue operations at Malta" di: Frederick Galea
      "Courage Alone - The Italian Air Forse 1940-1943" di: Chris Dunning
    "Hurricane over Malta" di: B.Cull e F.R.Galea
    "Malta: The Hurricanes Years 1940-41" di: C.Shores, B.Cull e N.Malizia
    "Sciacca 1940-1943 - L'Aeroporto Fantasma - Diario e Memorie di Guerra" di: Nicola Virgilio
    Diari Storici 194ª Sq. - 1940 / 1941
    Fondo Ministero dell'Aeronautica POZZOLINI Giorgio - Archivio Centrale di Stato


    Ringraziamenti:

    Fabio Fabbrini - Håkan Gustavsson – Nicola Malizia – Riccardo Nicola – Nicola Virgilio – Stato Maggiore Aeronautica, 5° Reparto, Ufficio Storico – Archivio Centrale di Stato

     

    Ricerca condotta da: Massimiliano Casanova e Salvatore Cialdini

     Siti web